Please return following links to the footer:
Designed by http://www.o2signalboosters.co.uk/, thanks to: r4i 3ds, hcg drops and r4isdhc-3ds
DISTURBI DEL RISVEGLIO

DISTURBI DEL RISVEGLIO

L’accezione comune per cui i pazienti enuretici sono dormitori profondi ha avuto solo recentemente un sostegno scientifico.

Wolfish ha, infatti, dimostrato che questi pazienti hanno maggiori difficoltà a risvegliarsi quando sottoposti a uno stimolo sonoro.
In particolare, il 65% dei pazienti con enuresi associata a disturbi minzionali diurni presenta problemi del sonno correlati all’enuresi. Le recenti scoperte sulle strette connessioni dirette e indirette tra locus coeruleus e ipotalamo, nonché il ruolo svolto da alcuni mediatori, come la dopamina, nei fenomeni di risveglio, aprono nuove prospettive di interpretazione del fenomeno, sottolineando la complessità dei fattori coinvolti nella sua determinazione.

Un’altra recente sottolineatura della letteratura riguarda i pazienti con enuresi e apnee notturne. In questi pazienti la poliuria notturna è legata alla stimolazione, durante gli episodi di apnea, dei chemorecettori dell’arteria carotidea, con conseguente natriuresi e un incremento della diuresi. Anche per i bambini con iperattività e deficit dell’attenzione, il problema enuretico va trattato in maniera a sé stante, in quanto si inserisce in un quadro sindromico di maggiore complessità.